Rifiuti Zero con Antonio Castagna

Mercoledì 29 maggio 2019 – ore 18.3o
MUSE di Trento

 

Nell’ambito della campagna “Not In My Planet“, lo scrittore ed esperto sul tema Antonio Castagna guida alcune riflessioni sulla gestione dei rifiuti in Italia e in Trentino, sulla nostra dipendenza dal consumo e dal relativo smaltimento di ciò che rimane (attualmente esistono 839 nomi per catalogare i rifiuti) e sulla possibilità di uno stile di vita il più possibile a “Rifiuti Zero“.

Antonio Castagna, siciliano, vive a Torino dal 2006. E’ un formatore manageriale. Si occupa di tutto ciò che ha a che fare con la vita dei gruppi, le relazioni in azienda, i processi collaborativi.
Dal 2007 collabora con la Provincia Autonoma di Trento in attività di ricerca e formazione finalizzate a dar vita ad azioni di riduzione nella produzione dei rifiuti.
Fa parte di gruppi informali ed associazioni che sviluppano progetti e proposte legate alla riduzione dei rifiuti, all’economia circolare, all’ecodesign e all’intreccio tra questi temi e le relazioni nelle comunità urbane.
Nel 2013 ha pubblicato Tutto è monnezza. La mia dipendenza dai rifiuti, Liberaria.

​Equità, biodiversità, innovazione, educazione e tutela dell’ambiente sono i temi protagonisti del Festival dello Sviluppo Sostenibile promosso da ASviS e MUSE attraverso conferenze, spettacoli e laboratori.

Il Festival dello Sviluppo Sostenibile è giunto quest’anno alla terza edizione e si è affermato come la più grande iniziativa italiana per sensibilizzare e mobilitare cittadini, giovani generazioni, imprese, associazioni e istituzioni sui temi della sostenibilità economica, sociale e ambientale, diffondere la cultura della sostenibilità e realizzare un cambiamento culturale e politico che consenta all’Italia di attuare l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e centrare i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile.